È possibile ottenere cure dentali in anestesia totale?

La risposta è sì. Ma perché averle? Perché scegliere questo tipo di anestesia?

Devi considerare che il 75% degli adulti ha paura del dentista, molti ne hanno una vera fobia. Per molti adulti questa paura deriva dalle esperienze negative vissute in passato. Per i bambini, invece, entrano in gioco difficoltà ad affrontare la paura per portare a termine il trattamento odontoiatrico.

Perché scegliere le cure dentali in anestesia totale?

Abbiamo accennato alla paura del dentista: l’odontofobia è uno dei principali motivi per cui moltissimi pazienti preferiscono essere completamente addormentati per farsi curare i denti.

Ma l’anestesia totale è anche pensata per tutti quei pazienti che sono impossibilitati a ricevere cure odontoiatriche nel modo tradizionale.

Mi riferisco ai cosiddetti “pazienti con bisogni speciali”, affetti da diversi tipi di disabilità, che non potranno mai collaborare con il dentista, rendendo così impossibile qualsiasi trattamento odontoiatrico, anche una semplice visita specialistica.

In questi casi le cure dentali in anestesia totale sono una scelta obbligata.

Il paziente non è cosciente, ma viene addormentato, come se fosse una normale operazione chirurgica, quindi non si accorgerà di nulla e, al risveglio, troverà una dentatura perfettamente funzionante e soprattutto sana.

A differenza del sonno normale, non sognerà né si sveglierà fino a quando il dentista non avrà completato le cure. L’anestesista e il personale di supporto monitoreranno continuamente il paziente fino al momento del risveglio.

Dove ricevere cure dentali in anestesia totale?

Parlando di trattamenti dentistici in anestesia generale, è naturale pensare che si possano eseguire in un normale studio odontoiatrico. Non è assolutamente così.

Oggi in Italia esistono soltanto 2 tipologie di strutture per ottenere le cure dentali sfruttando l’anestesia totale:

  1. Ospedali pubblici, ma con lunghe liste di attesa
  2. Centro di chirurgia ambulatoriale privato a Roma senza liste di attesa

Gli studi dentistici non sono autorizzati a eseguire i trattamenti odontoiatrici in anestesia generale, sia perché l’anestesista non può esercitare in uno studio odontoiatrico sia perché sono necessari farmaci in fascia H che soltanto una struttura ospedaliera può acquistare e somministrare.

È quindi vietato eseguire trattamenti odontoiatrici in anestesia generale in uno studio dentistico.

Ci sono centri in tutta Italia in cui richiedere l’anestesia totale per le cure dentali?

No. Solo a Roma!

Sì, vorrei saperene di più!

Chi opera in anestesia totale?

Per poter curare i denti in anestesia totale sono richieste soltanto équipe altamente specializzate, composte da almeno 6/7 professionisti:

  • Primo, secondo ed eventuale terzo operatore
  • Anestesista
  • 3 assistenti (strumentista, assistente di sala e anestesista)

Chi può essere operato?

L’anestesia generale si rivela una scelta ideale per bambini poco collaborativi o ansiosi, per pazienti adulti odontofobici, che rinunciano perfino a ricevere cure odontoiatriche, o anche per persone molto anziane, che necessitano di un approccio differente rispetto agli altri o che hanno esigenze sanitarie particolari.

Le cure dentali in anestesia totale, moderna pratica dell’odontoiatria moderna, sono ideali soprattutto per:

  • Pazienti totalmente non collaboranti (bambini, autistici, disabili, con demenza di Alzheimer, ecc.).
  • Pazienti con acuto riflesso del vomito, che rendono impossibile anche una semplice ispezione del cavo orale.
  • Pazienti che richiedono interventi lunghi e complessi con estrazioni e impianti dentali multipli o impianti zigomatici.

L’anestesia totale è quindi comunemente usata per facilitare le cure odontoiatriche per pazienti con ansia o comportamenti problematici, molti dei quali sono bambini o pazienti con bisogni speciali.

L’odontoiatria per bisogni speciali comprende un’ampia varietà di pazienti, compresi quelli con disabilità intellettive, disabilità fisiche, problemi psichiatrici e complesse situazioni mediche.

Si tratta di condizioni che possono influenzare significativamente la salute orale e anche il modo in cui i pazienti ricevono l’assistenza odontoiatrica.

Quali cure dentistiche in anestesia totale si possono eseguire?

Anche se abbiamo accennato a interventi odontoiatrici complessi, le cure dentistiche che si possono richiedere in anestesia generale sono praticamente tutte. E in particolare:

  • Inserimento di impianti dentali
  • Otturazioni
  • Devitalizzazioni
  • Estrazioni di denti, anche del giudizio
  • Pulizia dei denti

Ti stai chiedendo quante sedute sono necessarie? Solo una singola seduta! Grazie all’anestesia totale, con il paziente del tutto addormentato, possiamo tranquillamente eseguire qualsiasi procedura dentistica in un unico intervento.

Quali procedure sono richieste per l’anestesia totale in odontoiatria?

L’anestesia totale utilizza farmaci per via endovenosa (i già citati farmaci in fascia H vietati negli studi dentistici) che rendono i pazienti completamente incoscienti.

Stando sotto anestesia totale, i pazienti non sono in grado di rispondere né di provare alcun dolore durante il trattamento odontoiatrico.

Ma prima dell’anestesia c’è la cosiddetta preospedalizzazione, in cui il paziente dovrà fare alcuni esami diagnostici:

  • Elettrocardiogramma
  • Esami del sangue e delle urine
  • Tampone rapido CoVID-19

È sicura l’anestesia generale in odontoiatria?

Sì, ma prima prima bisogna eseguire degli accertamenti diagnostici pre-operatori obbligatori e si può eseguire solo in ambiente ospedaliero.

Quanto costano le cure dentali in anestesia totale?

Parlando di strutture ospedaliere private – che sono attrezzate per poter eseguire cure odontoiatriche e soprattutto autorizzate – è naturale chiedersi quanto costino e se sia una spesa sostenibile.

Sì, è una spesa sostenibile. Devi considerare comunque che ci sono 3 preventivi:

  1. Équipe odontoiatrica
  2. Anestesista
  3. Sala operatoria

Scrivi su WhatsApp!

Se vuoi sapere cosa concorre alla formazione del costo delle cure dentali puoi anche leggere l’articolo di apprfondimento qui: https://www.liviogallottini.com/blog/quanto-costa-andare-dal-dentista/

La salute dentale è una tua priorità

Nel corso degli anni ho ricevuto pazienti che da anni non si facevano fotografare sorridendo o comunque mostrando la propria dentatura: si vergognavano dei propri denti, per quanto li avevano trascurati per un’eccessiva fobia del dentista.

In molti casi questo ha comportato purtroppo la rimozione di tutti i denti e l’inserimento di impianti dentali. E i pazienti sono tornati finalmente a sorridere e a mangiare senza alcun problema di masticazione e limitazioni di cibi.

In altri casi ho avuto a che fare con pazienti con gravi livelli di disabilità, le cui cure odontoiatriche non erano state possibili dai dentisti per loro inesperienza.

Oggi, grazie alle moderne tecnologie e alla mia lunga esperienza in questi casi, ogni paziente può ottenere qualsiasi trattamento dentistico in anestesia totale e tornare a vivere una vita normale.

Non rimandare oltre la cura dei tuoi denti: contattami al più presto per un consulto non impegnativo.

    Ho bisogno di curarmi in anestesia generale

    Vorrei maggiori informazioni...