Quando ho di fronte un paziente con Alzheimer cerco di fare l’impossibile per far si che quest’ultimo goda di una visita odontoiatrica serena e senza traumi.

La malattia di Alzheimer è un tipo di demenza, che provoca gravi disturbi della memoria, del pensare e del comportamento. Colpisce soprattutto le persone anziane, che presentano nel tempo, oltre ad importanti altre patologie sistemiche (cardio-polmonari, ecc), anche problemi ai denti ed alla bocca.

Un paziente speciale come chi è affetto da questa malattia è difficile da gestire soprattutto quando si tratta di fargli affrontare delle cure odontoiatriche. È per questo che si deve prediligere sempre un dentista specializzato nei pazienti con Alzheimer.

Sì, vorrei saperene di più!

Cure dentali per anziani con Alzheimer

Cure odontoiatriche per i pazienti con Alzheimer: perché sono pazienti ”speciali”?

Quando si tratta di cure odontoiatriche per i pazienti con Alzheimer si tasta sempre un terreno delicato perché si tratta di persone che non riescono a collaborare al 100% con il dentista.

Generalmente, a causa della malattia, questi pazienti nel tempo:

  • hanno una scarsa igiene dentale (spazzolano di meno e male i denti)
  • soffrono di carie dentali e di malattie delle gengive e perdono quindi i denti
  • indossano protesi rimovibili
  • soffrono di lesioni delle mucose orali (cheiliti, cioè infiammazioni degli angoli della bocca, e candidosi, cioè infezioni da funghi)
  • hanno una ridotta quantità e qualità della saliva.

Sono persone che durante la loro vita hanno magari sempre avuto cura dei propri denti e della propria bocca ma che purtroppo a causa della progressiva demenza subiscono un grave decadimento della salute orale.

Questo accade anche perché è difficile fargli affrontare una visita odontoiatrica completa (a domicilio o in studio).

Ciò porta solitamente a carie dentali rampanti a livello del colletti dei denti, hanno pulpiti ed ascessi e distruzione e dolore dei denti (hanno comunque problemi a comunicare la loro sintomatologia).

Assumono già tanti farmaci per la malattia di base e per le altre patologie concomitanti e l’ulteriore continua assunzione di antibiotici ed antidolorifici per i problemi ai denti rischia di complicare ancora di più il quadro clinico.

[contact-form-7 id=”3202″ title=”Scarica l’e-book gratuito”]

Cure odontoiatriche per i pazienti con Alzheimer: qual è la soluzione migliore?

Le migliori cure odontoiatriche per i pazienti con Alzheimer sono quelle in sedazione cosciente per via endovenosa o in anestesia generale.

Queste due pratiche sono quelle che uso con tutti i pazienti affetti da malattie gravi come appunto l’Alzheimer per 5 motivi:

  1. anche se il paziente non è collaborato rivo riesco a lavorare alla perfezione senza creargli traumi o disagi
  2. il paziente non sente dolore, fastidi e non ricorderà nulla
  3. si riesce a monitorare, durante la visita, la sua situazione e tutti i valori
  4. il decorso post-intervento è rapido, quasi immediato
  5. in una sola seduta si riescono a completare tutte le cure odontoiatriche senza sottoporre il paziente a ulteriori stress fisici ed emotivi

Vuoi più informazioni sulle cure odontoiatriche per i pazienti con l’Alzheimer?

Contattami, potrò rispondere direttamente alle tue domande via WhatsApp!

Scrivi su WhatsApp!

Necessito cure dentali per un paziente con bisogni speciali...

Vorrei essere contattato...

Clicca qui per leggere l'informativa sulla privacy...