Trattamento di Medicina Rigenerativa Periorale

Armonia del volto e cure odontoiatriche

Filler labbra e trattamenti di medicina rigeneratia periorale

Quando un filler labbra viene impiegato con l’obiettivo di ripristinare le dimensioni delle labbra che sono eccessivamente sottili, e contemporaneamente di ripristinare l’armonia del volto, si può considerare un trattamento di rigenerazione periorale. Questo trattamento mira a correggere sia la dimensione delle labbra che l’aspetto complessivo del viso, in modo che le labbra siano proporzionate e in sintonia con le altre caratteristiche facciali. L’utilizzo del filler labbra consente di apportare un aumento del volume alle labbra sottili, migliorando così la loro plenitudine e definizione. Inoltre, l’armonizzazione delle labbra con il resto del volto può contribuire a raggiungere un aspetto estetico più equilibrato e simmetrico

I pazienti che hanno necessità di una terapia ortodontica spesso presentano asimmetrie facciali e deformità dei tessuti molli causate da anomalie nella posizione dei denti e delle ossa mascellari.  L’ortodonzia ha il compito di ristabilire la funzionalità ottimale della masticazione e la funzionalità ottimale di denti ed ossa mascellari.

Le deformità intrinseche dei tessuti molli come la diminuzione della lunghezza delle labbra, il gummy smile, l’aumento o la diminuzione del volume delle labbra o le asimmetrie del vermillon, non sempre si riescono a ripristinare con la correzione dei tessuti sottostanti e cioè con la terapia ortodontica. È per questo che per poter migliorare l’armonia facciale, le simmetrie ed i volumi del viso, si può ricorrere ai filler dermici o al botox.

I filler dermici sono sostanze che possono fornire volume alla pelle che ha perso la maggior parte del suo volume naturale. Nel nostro studio, usiamo prodotti riempitivi biodegradabili a base di acido ialuronico che vengono metabolizzati ed assorbiti nel tempo dal nostro corpo. Se il paziente sta ricevendo riempitivi per la prima volta, è consigliabile l’utilizzo di riempitivi biodegradabili in modo da poter osservare la reazione dell’ospite.

Cos’è l’acido ialuronico?

L’acido ialuronico è una molecola, presente in grande quantità nella cute, sia a livello dermico che epidermico. È in grado di intervenire nei processi di riparazione tissutale, ed esercita un’azione di resistenza delle forze di compressione grazie alla sua capacità di attirare acqua nei tessuti e stimolare la produzione di collagene ed elastina.

In campo estetico viene iniettato nel derma per aumentare il volume tissutale donando luminosità e turgidità. Essendo una molecola uguale a quella prodotta dal nostro organismo sarà metabolizzata e riassorbita avendo quindi una durata limitata e soggettiva. In genere dopo la prima applicazione ha una durata che può variare da 3 a 9 mesi.

Che applicazione ha in odontoiatria?

Prima di sottoporsi all’applicazione dell’acido ialuronico, l’odontoiatra farà un’attenta valutazione ed un’analisi delle caratteristiche del viso. Verranno effettuate delle fotografie per individuare le diverse zone da trattare. Si programmeranno così le sedute e la quantità di applicazioni necessarie per raggiungere l’obiettivo prestabilito.

Quando è possibile sottoporsi ai filler dermici in caso di terapia ortodontica?

Nei pazienti ortodontici, c’è una costante evoluzione dei tessuti duri e di conseguenza dei tessuti della zona periorale. In caso di asimmetrie o perdita di volume, l’odontoiatra valuterà come correggere e armonizzare il sorriso potendo ricorrere all’infiltrazione di filler dermici.

Per comprendere meglio cosa sono i trattamenti ortodontici puoi visitare la pagina dedicata qui.

Come si svolge il trattamento?

Dopo l’analisi dei tessuti, la zona da trattare verrà disinfettata e anestetizzata con una crema topica o con l’anestesia locale. Successivamente si procederà all’applicazione del filler intradermico iniettato con ago sottile nello strato profondo della pelle.

I risultati post trattamento saranno immediati. Dopo il trattamento è possibile manifestare arrossamenti e gonfiore della pelle, e nei giorni successivi potranno comparire piccoli ematomi. Il risultato definitivo si vedrà dopo qualche giorno con la scomparsa dell’edema.

Quando è controindicato?

In pazienti con allergie ad eccipienti presenti nei filler, disturbi emorragici, in gravidanza e allattamento. Pazienti con patologie autoimmuni, herpes simplex in corso, tumori della pelle, infezioni nel sito di inoculazione.

Quali sono le raccomandazioni post- trattamento?

Per i primi giorni evitare gli sbalzi di temperatura (esposizione ai raggi UV, sauna, bagnoturco, crioterapia).

Evitare esercizio fisico intenso per 24-48h perché l’aumento della pressione sanguigna può peggiorare l’ecchimosi e l’edema.

Evitare di toccarsi o truccare la zona trattata fino alle 12 h successive al trattamento.  Applicare un impacco di ghiaccio per evitare il dolore e gonfiore.

È possibile prolungare la durata del trattamento mantenendo idratata la pelle, usando sostanze emollienti, facendo uso di integratori come antiossidanti e anti-aging.

11 - Prenota Visita

Compila il modulo essere ricontattato

 

Clicca qui per leggere l'informativa sulla privacy...

Questo si chiuderà in 0 secondi