Si prova dolore dal dentista?

Questa è una domanda che i pazienti si pongono spesso. Il dolore dal dentista è associato a vari tipi di cure odontoiatriche, ma soprattutto riguarda 3 trattamenti invasivi:

  1. Estrazioni dei denti: si effettuano quando la carie dentale è troppo estesa, per cui non sono più sufficienti né otturazioni né cure canalari.
  2. Devitalizzazioni: o cure canalari, si effettuano quando l’infiammazione è estesa alla polpa dentale e è necessario procedere rimuovendola.
  3. Impianti dentali: si inseriscono per ripristinare il dente mancante e sostituiscono la radice. Sull’impianto va poi montata la protesi fissa.

La paura del dolore è il motivo principale per cui moltissimi pazienti evitano di andare dal dentista. E è anche una delle cause della ben nota odontofobia.

Estrazione dei denti e dolore

Si sente dolore durante l’estrazione di un dente?

Estrarre un dente significa rimuoverlo dal suo alloggiamento nella gengiva, radici comprese. Nel 1800 i pazienti soffrivano molto per l’estrazione dei denti, che venivano tirati via senza particolari accorgimenti: i dentisti erano rappresentati dai “barbieri cavadenti”, che avevano preso il posto dei monaci e dei preti del Medioevo!

Ma oggi esistono tecnologie moderne per eliminare totalmente il dolore durante un intervento di estrazione dentale:

  • Anestesia locale: addormenta la parte interessata e per la maggior parte dei pazienti è sufficiente.
  • Sedazione cosciente per via endovenosa: richiesta per pazienti odontofobici o con gravi patologie.
  • Anestesia generale: per pazienti particolarmente odontofobici o per pazienti non collaboranti, come le persone affette da accentuate disabilità mentali.

Devitalizzazione e dolore

Fa male la devitalizzazione di un dente?

Una cura canalare – che prevede appunto la rimozione della polpa dentale (tessuti, nervi, vasi sanguigni) e la pulizia accurata dei canali radicolari, che si trovano all’interno delle radici del dente – è un intervento odontoiatrico invasivo, perché richiede l’uso di vari strumenti endodontici, fra cui:

  • trapano
  • punte e rese
  • tiranervi
  • aghi” (strumenti canalari)

Il nome stesso di alcuni strumenti canalari è sufficiente per spaventare i pazienti ansiosi.

Anche in questo caso la tecnologia avanzata dell’odontoiatria moderna viene in aiuto a questi pazienti.

Lo studio dentistico del professor Livio Gallottini utilizza per esempio un laser a diodi, che grazie al calore generato va a colpire direttamente la polpa dentale infetta, con diversi vantaggi per il paziente:

  • Rapidità dell’intervento
  • Riduzione o assenza di anestetici
  • Intervento indolore
  • Guarigione accelerata
  • Maggior comfort

Impianti dentali e dolore

Quanto è doloroso ricevere un impianto dentale?

Gli impianti dentali sono perni in titanio biocompatibile che fungono da radici per i denti fissi.

Per capire se il paziente può aspettarsi dolore quando riceve un impianto dentale è necessario spiegare come avviene la procedura:

  1. Prima di tutto si deve procedere con l’estrazione del dente da sostituire e attendere la guarigione dell’osso e della gengiva.
  2. Successivamente si pratica un forellino nell’osso mascellare.
  3. Quindi si inserisce l’impianto e si chiude la “ferita” con dei punti. L’osso mascellare crescerà attorno all’impianto, saldandolo. Il processo si chiama osteointegrazione.
  4. Infine si posiziona sull’impianto la protesi dentale fissa.

È naturale, quindi, che il paziente si aspetti dolore durante l’intervento di un impianto dentale.

Ma in realtà si pratica l’anestesia locale o si esegue l’intervento in sedazione cosciente per via endovenosa o in anestesia totale, quindi diventa un intervento totalmente indolore.

Il dolore dell’ago, da non sottovalutare

La paura dell’ago usato dal dentista ha un nome specifico, difficile da ricordare: belonefobia. Sono in molti ad avere una paura generica delle iniezioni, dunque anche di quelle praticate dall’odontoiatra per l’anestesia locale.

L’ago si inserisce nella gengiva per iniettare l’anestetico per addormentare la parte interessata dall’intervento dentistico.

Fa male l’ago del dentista?

Per pazienti molto sensibili al dolore sì e infatti molti dentisti usano uno spray anestetizzante per desensibilizzare la gengiva.

Nel nostro studio odontoiatrico siamo ormai da tempo specializzati a trattare pazienti odontofobici, quindi utilizziamo procedure che rendono i pazienti meno apprensivi e soprattutto riducono a zero il dolore.

Contattaci

Prenota una visita
Scrivici.

5 + 1 =