La nuova tendenza in odontoiatria è la minima invasività! Cosa significa esattamente?

Non si tratta di una moda ma di una vera e propria rivoluzione nell’approccio metodologico dell’odontoiatria moderna. D’altra parte il progresso scientifico e tecnologico consentono ai dentisti di raggiungere un altissimo grado efficacia delle cure. Scopriamo insieme cosa si intende per cure odontoiatriche minimamente invasive.

 

Che cos’è l’odontoiatria minimamente invasiva?

Per odontoiatria minimamente invasiva intendiamo un vero e proprio modo di vedere le cure dentali. È la convinzione, supportata dal riscontro scientifico, che nelle cure dentali si deve preferire sempre trattamenti conservativi. L’idea generale è quella di fare meno estrazioni preservando i denti naturali ogni volta che questi sono ancora sani, raggiungere il massimo risultato estetico dentale possibile con interventi minimali.

Ma non solo… le cure dentali possono essere minimamente invasive anche quando è necessario ricorrere ad estrazioni e impianti dentali. Con l’odontoiatria mini-invasiva si può restituire in modo rapido ed essenziale denti fissi, dritti e bianchi.

Le cure chirurgiche devono essere ridotte al minimo ogni volta che sia possibile. Per questo motivo vale l’idea di prevenzione piuttosto che di cura. Cerchiamo sempre di individuare e gestire l’insorgere di malattie dentali fin dalle primissime visite odontoiatriche e sempre prima che diventino necessarie interventi chirurgici invasivi.

Anche per questo motivo incoraggiamo i nostri pazienti ad aderire a un programma rigoroso di controlli periodici. Andare dal dentista due volte all’anno, per l’igiene professionale dei denti e per i controlli, permette di individuare i problemi in anticipo senza dover ricorrere a cure troppo invasive.

 

Vantaggi delle cure dentali mini-invasive

Le cure dentali minimamente invasive offrono vantaggi essenzialmente ai pazienti che devono essere sempre al centro delle attenzioni del dentista e delle procedure mediche:

  • Tempi ridotti di esecuzione delle cure dentali
  • Rischi ridotti di infezione post-chirurgica
  • Conservazione dei denti naturali
  • Soluzioni rapide e durature
  • Cure senza dolore e senza ansia

Approccio dell’odontoiatria moderna

In quali casi è adatta l’odontoiatria mini-invasiva?

Le cure minimamente invasive stanno cambiando radicalmente l’odontoiatria moderna. I campi di applicazione, grazie alle nuove tecnologie sono davvero numerosi come ad esempio:

1. Odontoiatria minimale nell’implantologia

I denti fissi si possono riavere con impianti dentali più piccoli posizionati con la chirurgia computer-guidata senza tagli e punti di sutura sulle gengive e senza dolore post-operatorio.

2. Estetica dentale e ortodonzia minimamente invasiva

È possibile riavere denti dritti con mascherine trasparenti ed invisibili senza traumi ed in modo dolce e graduale. Ottenere denti bianchi, finalmente, procedendo allo sbiancamento con il LASER a diodi.

Eseguire cure canalari (devitalizzazioni) con il microscopio operatorio.

Il sorriso può essere trasformato con le faccette in ceramica anche senza preparazione del dente (faccette no-prep).

3. Odontoiatria minimamente invasiva nella cura delle carie

Cerchiamo sempre di ridurre il più possibile la quantità di limatura delle strutture naturali dei denti. Allo stesso tempo, siamo in grado di risolvere praticamente tutti i problemi che ci vengono presentati, pur rimanendo prudenti e sensibili alle esigenze di cura del paziente.

4. Restauro otturazioni e coperture

Quando i denti hanno già subito delle cure con otturazioni, intarsi o faccette è ancora possibile restaurare conservando le strutture originali del dente, le radici e la corona. La tecnologia permette di restituire una forma naturale al dente.

.CHIAMA ORA

 

Tecnologia, progresso scientifico e procedure al servizio dei pazienti

Dalla diagnosi (valutazione e determinazione della malattia) dentale alla progettazione del percorso terapeutico tutto è studiato per minimizzare lo stress fisico e psicologico a carico del paziente.

La tecnologia ci viene in aiuto nella maggioranza dei casi anche con strumentazione di precisione. L’odontoiatria si avvantaggia quotidianamente di sempre nuova tecnologia: ortopanoramiche e radiografie volumetriche tridimensionali tipo Cone Beam CT (radiografie a basso dosaggio di radiazioni), scanner intra-orale per le impronte digitali, monitoraggio fotografico dei risultati.

Ma non solo, va detto che il progresso scientifico viene in aiuto con l’adozione di nuovissimi materiali bio-compatibili, bio-economici, biomimetici all’insegna del green e del minimal.

Tutto questo è oggi possibile grazie alle nuove tecnologie e alla nuova visione minimalista di interpretare l’odontoiatria!

Potrebbe interessarti conoscere la tecnologia adottata dal professor Livio Gallottini.

 

Cure dentali e consapevoli e rispettose del paziente

Un’odontoiatria moderna è anche responsabile. Nella filosofia del professor Gallottini è prioritaria l’idea che la le cure odontoiatriche devono essere consapevoli (ovvero guidata dalla scienza) ma anche attente, e rispettose delle percezioni (il sentire) dei pazienti che non devono mai provare dolore o ansia nel ricevere cure dentali.

Non a caso, in fine, proprio il professor Gallottini, ha studiato il metodo LG3 adatto proprio a quei pazienti che hanno dei bisogni speciali. Un metodo che abbrevia i tempi di esecuzione delle cure riducendo lo stress e la paura che deriva dal ricevere le cure odontoiatriche.

Contattaci

Prenota una visita
Scrivici.

11 + 7 =